giovedì 24 novembre 2011

La vecchietta, il cane e il gatto.


Ieri sera, uscendo da sola dalla palestra, ho incontrato una vecchetta alta più o meno un metro e cinquanta.
Aveva un cappello rosso e stava portando in giro un cagnetto anonimo e un gatto.
Il cane era tenuto al guinzaglio, il gatto no e si strofinava sulle gambe della padrona ogni volta che lei si fermava.
Facendo la stessa strada della signora, a un certo punto l'ho affiancata e mi sono chinata per accarezzare il gatto che, senza nessuna sorpresa, si è fermato per prendere le attenzioni che gli spettavano.
La vecchina si è messa a ridere un pò di me, un pò del gatto e mi ha salutata quando ho ripreso a camminare più veloce.

Milano è bella perchè ci trovi cose che non ti aspetti.

1 commento:

gabriele ha detto...

gia...
milano e fatta di tutte quelle piccole cose che stanno dietro l angolo, nascoste dal grigiore ovattato e plumbeo della gelida nebbia. mi scopro a dire che odio Milano poiche non riuscirei mai a vivere senza di lei...